Storia



La  galleria Mercurio Arte Contemporanea viene inaugurata il 21 dicembre 1996 grazie all'iniziativa di Gianni Costa. Nato a Viareggio nel 1965, dopo la maturità classica Costa si laurea in Letteratura Francese alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Pisa, con una tesi sul pittore e poeta bretone Max Jacob. Dopo alcuni anni di lavoro come insegnante di Francese nelle scuole pubbliche, apre, nei locali di corso Garibaldi 116 a Viareggio, la galleria Mercurio Arte Contemporanea.

Costa inaugura il suo spazio con l'intento di andare in controtendenza in una città che da anni aveva visto chiudere le sue storiche gallerie d'arte, una dopo l'altra, nella quasi totale indifferenza. La posizione centrale della galleria e l'accurata promozione di ogni evento, rendono, fin dagli esordi, i vernissage di Mercurio Arte Contemporanea uno degli appuntamenti cittadini più frequentati. Agli artisti del luogo presto si affiancano autori di altra provenienza, sia italiani che stranieri, sviluppando nel tempo raffronti e dialoghi tra differenti ricerche.

Già nel 1997, con la mostra "Saturnalia", giunge il patrocinio di un importante ente viareggino, la Fondazione Carnevale; poco dopo si uniscono quelli dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Viareggio e dell'A.P.T. Versilia.
Dal 1998 inizia l'organizzazione e l'allestimento di mostre in spazi pubblici, fra cui il Museo della Marineria 'Alberto Gianni' e il Centro Congressi Principe di Piemonte di Viareggio, le Scuderie Borbone di Camaiore, la Sala delle Grasce di Pietrasanta, il Centro Culturale Villa Gori di Stiava, le Scuderie Granducali di Seravezza, il Palazzo Comunale di Capannori, la Fondazione Giuseppe Lazzareschi di Porcari, il Museo 'Le Stanze della Memoria' e la Galleria Comunale di Barga, la Villa Bottini e la Chiesa di Santa Giulia di Lucca, la Torre degli Upezzinghi di Calcinaia, l'Accademia Scalabrino di Montecatini Terme, la Sala Napoleonica di Pistoia, la Villa Schiff-Giorgini di Montignoso, la Villa Cuturi di Marina di Massa, la Biblioteca Diocesana di Massa, il Centro Civico di Bolgheri, il CEDAV di Grosseto, la Sala Nemesio Orsatti di Pontelagoscuro.
La rassegna "Ogni gatto è gatto" (gennaio 1998), organizzata assieme alla Galleria Modula Arte di Parma, segna invece l'avvio alle collaborazioni con gallerie di altre città. Costa ha così l'occasione di proporre mostre degli artisti che espongono in permanenza alla Mercurio Arte Contemporanea presso la Galleria Enrico Paoli di Pietrasanta, L'Artificio Arti Applicate di Lucca, 
la Merlino Bottega d'Arte di Donoratico, il Centro d'Arte New Assioma di Prato, la Galleria Greco Arte di Fucecchio, la SACI Gallery di Firenze, la Galleria Via Maestra 114 di Poggibonsi, la Galleria Pigmenti Arte e la Galleria Eventi di Grosseto, la Galleria Suburb's di Sarzana, la Galleria Sciaccheart di Riomaggiore, lo Studio Bersani & Morelli e lo Spazio Rosso Tiziano di Piacenza, lo Spazio Tadini di Milano.

Sempre a partire dal 1998, Costa cura una collana di cataloghi, pubblicati in occasione delle mostre tenute sia nella galleria di Viareggio che in altri luoghi espositivi. Tra i critici d'arte e i personaggi della cultura che scrivono sui cataloghi editi da Mercurio Arte Contemporanea si ricordano: Paolo Emilio Antognoli, Irene Babboni, Mara Borzone, Fabrizio Brancoli, Franco Cardini, Dino Carlesi, Silvia Chiesa, Marco Del Monte, Simone Fappanni, Ernesto Franco, Francesca Mariani, Cristina Olivieri, Maria Perosino, Matteo Sara, Antonella Serafini, Laura Sormani, Franco Zabagli.

Tra il 2001 e il 2004 l'Assessorato alla Cultura del Comune di Viareggio affida a Costa il compito di organizzare tre rassegne di arti visive nell'ambito del progetto 'I Volti della Pace': le esposizioni sono allestite presso la cinquecentesca Torre Matilde di Viareggio.
Nel 2004 il Comune di Camaiore lo incarica di curare l'apertura di un nuovo spazio pubblico per le arti visive: la Galleria Europa, situata sul lungomare di Lido di Camaiore.
Nel 2011 il Comune di Viareggio mette a disposizione le sale espositive dell'ottocentesca Villa Paolina Bonaparte, sede dei Musei Civici, per l'allestimento della rassegna di pittura "Mercurio 15 x 15", concepita per celebrare i 15 anni di attività della galleria Mercurio Arte Contemporanea: oltre 50 i dipinti, per lo più di grande formato, esposti in tale occasione.

Dal gennaio 2012 al giugno 2013, Gianni Costa affianca Giovanna Cardini nella direzione artistica di 
Merlino Bottega d'Arte, ampio spazio espositivo situato a Firenze in via delle Vecchie Carceri, all'interno dell'ex penitenziario delle Murate che il Comune di Firenze ha deciso di trasformare in polo artistico e culturale attuando un lavoro di ristrutturazione architettonica che vale di per sé la pena di essere visitato.

Dalla collaborazione della galleria Mercurio Arte Contemporanea con Cesare e Nicola Salvini, gestori della Residenza d'Epoca Hotel Club I Pini di Lido di Camaiore, nel 2013 prende il via la rassegna di pittura ARTinCLUB: un'iniziativa con cadenza annuale che coniuga l'arte contemporanea con la raffinata atmosfera della villa in stile Liberty fatta costruire dal pittore e ceramista Galileo Chini agli inizi del '900. 
Nel 2014 e nel 2015, Costa riceve dalla Fondazione Festival Pucciniano l'incarico di allestire cinque mostre di pittura nel Foyer del Gran Teatro 'Giacomo Puccini' di Torre del Lago Puccini, da inserire nell'ambito della rassegna 'Fine Arts Exhibitions', ideata da Daniele de Plano, Direttore Artistico del Festival.

Ad oggi, sono più di 150 le mostre di arti visive organizzate da Mercurio Arte Contemporanea e curate da Gianni Costa, sia nella galleria di Viareggio che presso altri spazi espositivi pubblici e privati.